“Zone Marginali”, l’umana capacità di rinascere nel nuovo album di Airam

Coraggioso, poetico, controcorrente. Un disco d’autore, in cui la cantautrice siciliana esce allo scoperto senza paura di mettersi a nudo. Disponibile in tutti gli store e le piattaforme digitali, AIRAM pubblica ZONE MARGINALI. Un viaggio alla ricerca di noi stessi, dal centro alle periferie dei sentimenti.

Lo showcase di presentazione sarà sabato 2 dicembre alle 20.45, presso il teatro ‘Holy tape studios’ a Catania.

Zone marginali sopravvissute comunque e lambite dalla speranza, dove è possibile immaginare una diversa vita. Non sterminare l’umanità coi nostri cuori artificiali, respirando solo per sopravvivere, ma tornare al passato cancellato, a visi e anime che ci tenevano accesi. A ricordi che ci esortano a non accontentarci di riuscire, a stento, ad aprire gli occhi.

Zone marginali da ricercare anche fuori di noi, trovando il coraggio di lasciare la strada maestra. Non farci più ingannare da quei baci, per covare un’illusione, dove le carezze siano vere, come stelle cadenti all’orizzonte. Smettere di chiedere scusa, ancora una volta, e prenderci un giorno per abbandonare l’inverno della nostra vecchia esistenza. Partire verso un oltre in cui non siano le paure a muovere ogni passo, ma i desideri. Fino a sorprenderci del lungo tratto percorso, di una luce invisibile allo sguardo.

Assuefatti alla solitudine che si consuma in mezzo agli altri; ammaestrati all’invidia, all’astio, alla diffidenza, nutriamo segretamente una speranza. In Zone marginali della nostra mente, esiste un “noi” che rimane. Rimane nonostante i pronomi personali e quelli possessivi, nonostante le mura di cemento armato, le proprietà private. Resiste un’umana capacità di comunione, di provare ancora affetto, empatia, desiderio.

“In zone marginali sopravvive il sogno di un’umanità non corrotta, in attesa che le persone arrivino a reclamarla”

Sabato 2 dicembre alle ore 20.45 lo showcase di presentazione dell’album, presso il teatro ‘Holy tape studios’, via Tezzano 38, Catania. On stage la voce e la chitarra acustica di Airam. La cantautrice siciliana sarà accompagnata in questo viaggio live da Salvo Farruggio (batteria e percussioni); Domenico Morselli (basso e contrabbasso); Alessio Nicotra (chitarre).

«Ci piacerà prendere per mano gli ascoltatori, che verranno a trovarci quella sera, e condurli in ‘zone marginali’. Creare insieme una nuova comunità.»

Tracklist: Zone marginali; Per ora respiro; In un buio senza fine; In una stanza d’albergo; L’illusione; Prenderti un giorno; Ogni passo; Semplicemente una speranza.

Musicalmente concepito in un mood acustico, Zone marginali è stato realizzato, mixato e masterizzato da Riccardo Samperi presso Trp Music a Tremestieri Etneo (CT). Nell’album testi di Airam, Andrea Tomaselli e Mario Zito. Musiche di Airam ed Edoardo Musumeci, produttore artistico, che ha suonato le chitarre acustiche ed elettriche curando anche gli arrangiamenti con Mario Pappalardo al piano. La batteria è di Angelo Spataro; il basso di Domenico Cacciatore; il violoncello di Alessandro Longo; la viola di Gaetano Adorno. La voce è quella sinuosa di AIRAM.

About Author