Nùma e i Nùmeri a caso da Piazza Trilussa al vinile di Chiacchiere da Bar

Disponibile il pre-order del vinile di Chiacchiere da Bar, primo album di Nùma e i Nùmeri a Caso, folk band romana che negli ultimi mesi è diventata realtà di riferimento a Piazza Trilussa presso il Rione Trastevere a Roma fino ad agosto 2022 quando la band è stata multata per una presunta violazione delle normative che regolano gli artisti di strada. Violazione su cui la band è in attesa di delucidazione da parte degli organi preposti dal Comune a fronte di una regolamentazione che risulta poco chiara.
L’album è già online nelle piattaforme di streaming mentre il vinile, pre-ordinabile sin da ora, sarà disponibile dal 31 ottobre.

Dopo vari singoli, prevalentemente pop usciti a cavallo fra il 2019 e 2021, la band arriva ad incidere un disco che porta i segni di due anni passati al buio, senza mettere piede in un club, dove l’unica certezza è stata quella di poter suonare per strada, abbracciando quelle sonorità folk, ideali per la musica di strada. Il disco è stato registrato la seconda settimana di Luglio 2021 alla Muziki Factory di Formello, distribuito in digitale e cd con l’etichetta discografica MZK LAB.

La promozione del disco è stata fatta principalmente suonando a Piazza Trilussa ogni weekend con risultati soddisfacenti al punto di convincere l’etichetta discografica a stamparne, un anno dopo, anche il vinile.

Questa forzatura a dover cambiare l’approccio musicale (abbandonare la corrente in virtù degli strumenti acustici e lasciare a casa quelli più pesanti) ha creato l’occasione per produrre un album da buskers che suona esattamente come lo si sente per strada: “flat”, reale e senza artifici.

La band viene da un paese al nord del Lazio, Sant’Oreste, e si è formata circa 10 anni fa, durante il liceo. Dopo varie formazioni assume un’identità definita proprio nel 2020 durante il periodo Covid, anno in cui i musicisti iniziano a conseguire i primi titoli di studio accademici (conservatorio, St. Louis). La voglia di suonare al di sopra di ogni limitazione li porta quindi ad affrontare le prime esperienze per le strade di Roma, dove però si sono scontrati con le leggi piuttosto confusionarie che regolamentano la musica da strada a Roma, finché non si arriva in quel porto franco che è Piazza Trilussa. Qui anche una band può suonare e intrattenere un vasto pubblico, seduto sulla scalinata sotto la fontana: è per questa postazione che verranno richiesti e rilasciati i permessi per tutti i componenti della band ed è qui principalmente che riecheggia il disco “Chiacchiere da Bar”, che a detta del suo portavoce (Nùma) rappresenta “Una luce soffusa accesa nella notte, l’unico bar rimasto aperto. Da qui passano personaggi di ogni tipo, si ascoltano racconti veri o falsi, di politica, di storia, di vita quotidiana. Io sono il barista che vi fa compagnia e che troverete sempre qui, per quattro chiacchiere, un bicchiere, una poesia”.
Il vinile è stato stampato sempre all’interno della Factory di Formello dalla AFG Media Company, azienda partner, in vari colori (rosso, nero). Acquistando le copie in edizione limitata, oltre ad avere una stampa più colorata e mai uguale alle altre, si avrà anche un certificato di originalità e proprietà univoco, basato sulla tecnologia NFT, attraverso un codice segreto nascosto in un ricevitore wireless all’interno del packaging del vinile. L’effetto randomico dovuto alla mescolanza di più colori provocherà infatti una stampa sempre diversa e univoca; a questo principio di originalità contribuiscono anche i crediti, scritti a mano dagli autori stessi con inchiostro visibile solo a luce ultravioletta  mentre il ricevitore wireless incluso contiene una chiave di autenticità digitale, la cui originalità viene garantita da un sistema di “blockchain”.
Entro dicembre Chiacchiere da Bar diventerà uno spettacolo teatrale che prevede in aggiunta ai brani della tracklist degli sketch musicati e momenti di commedia dai risvolti inaspettati.

TRACKLIST
01 Ciao Core (3.20)
02 Bellamore (3.30)
03 Australia (3.03)
04 Teresa si sposa (4.02)
05 Chiacchiere da bar (4.04)
06 Maddalè (3.23)
07 Carriera (3.14)
08 Tengo te (2.25)
09 Morra (2.36)
10 Ho piantato Maria (3.19)

CREDITS
Voce: Lorenzo “Nùma” Pompili
Basso: Nicholas “Freddo” Rutigliano
Cajon: Micheal “Vong” Tonanzi
Chitarra: Tommaso “Rino” Salustri
Fisarmonica: Claudio “Spirometrino” Giordano
Violino: M° Riccardo “Spillo” Alvetreti
Musiche originali di Nùma e i Nùmeri a caso
Testi: Lorenzo Pompili in arte Nùma (tracce 2, 6 e 7 scritte insieme a Francesco Morettini, Vanessa Liodori e Francesco Leombruni )
Registrato a luglio 2021 presso gli studi Muziki Factory di Formello – www.muziki.it
Missato e masterizzato da Cristian “Bimbo” Buccioli
Masterizzato per Vinile da Giuseppe Tillieci (enisslab)
Artwork: Luca Giordano
Edizioni: MZK LAB srl
Una produzione: MZK LAB – Bimbo Records
 
Bio
La svolta arriva con la pandemia, quando molti locali chiudono o non sono più attrezzati per ospitare musica. Da quel momento Nùma e i Nùmeri a Caso si riversano in strada e diventano un progetto folk simbolo di Piazza Trilussa nel quartiere Trastevere di Roma, raccontando storie di vita quotidiana.
Nùma, all’anagrafe Lorenzo Pompili, nasce a Roma il 21 aprile 1996.
Intraprende giovanissimo il suo percorso artistico scrivendo poesie in forma dialettale, attività alla quale unisce l’ascolto dei grandi cantautori italiani.
Per soddisfare il suo bisogno di musicare le parole inizia lo studio della chitarra, al quale aggiunge lezioni di canto e tastiera. Sviluppa quindi sonorità che si muovono tra il rock e il folk.
Nel 2014 raduna gli amici di sempre, con cui condivide il sogno della musica, e forma la band “The Hand” iniziando così la gavetta che porterà la band a classificarsi seconda alla finale di MusiCultura 2019 con la canzone “Bellamore”
Il nome della band verrà cambiato in futuro con “I Nùmeri a Caso”. Vengono prodotte nel frattempo molte demo e tutti i membri della band iniziano il proprio percorso formazione accademica nei migliori istituti di musica
Nel 2020 la band acquisisce nuove sonorità con l’ingresso della sezione Keyboard/Fisarmonica che porterà alla costruzione del primo album “Chiacchiere da Bar”.
Gli ultimi 2 anni sono stati caratterizzati da una numerosa serie di concerti per strada, principalmente a Roma, in formazione acustica: Cajon, Violino, Fisarmonica, Chitarra, Basso elettrico.